Archive from marzo, 2008
Mar 28, 2008 - Poesia e prosa    1 Comment

Forse l’amore

 

Forse l’amore,


quello che ci toglie il sonno,

è quel sentimento che si ostina

a rimanere nell’aria

quando l’amato è già andato via…

come fosse un profumo insistente,

che ci inebria e ci lascia 

l’illusione che chi non è più qui

torni fra breve.

 

Psyke

 

Buonanotte

Mar 24, 2008 - blog life    No Comments

Arieccomi!!!

Arieccomi… e sono ancora qui… e quale giorno migliore per riallacciare i miei contatti con il blog che quello di una pasquetta passata dentro casa? In cucina? Unica novità: connessione WIRELESS…. gran bella cosa il wireless… niente fili… ho eliminato anche il filo del mouse, tanto mi dava fastidio. Aria nuova!!! Non voglio più nulla intorno che somigli ad un legaccio. Veramente dovrei studiare… universita??? ehhh, magari!!! anche se sarei un tantino fuori corso … almeno almeno ventidue anni fuori corso… no, un po’ troppi…

 Studio per un concorso. Uno dei tanti che girano. Uno qualsiasi. Uno di quelli che ti viene voglia di dire “ma siamo matti? Io a lavorare lì manco morto!!!” eppure aspiro a diventare proprio quello. Complice anche il fatto che da un po’ di tempo hanno eliminato il limite di età per la partecipazione. E meno male, visto che non sono solo i giovani a cercare un lavoro ma anche le persone che come me hanno anticipato i tempi ed abbracciato la croce del precariato prima ancora che se ne potesse sospettare l’esistenza. Una volta il precariato era la fossa dei serpenti dove capitavi se non avevi parenti stabilmente inseriti in qualche grande azienda o comunque se non avevi conoscenti validi. Ora è diventata una piaga e non mi va di proseguire per non ricadere nelle solite banalità.

Fatto sta che ora – ma non è il primo concorso a cui partecipo – spero un po’ ingenuamente non solo di superare le prove selettive ma addirittura (che scema!!!) di vincerlo sto’ concorso… eccerto, perchè se non si spera di vincerlo un concorso ma che lo si fa a fare?? Mi fanno ridere quelli che dicono: “ah, ma io lo faccio così, tanto per provarci… mica ci credo…” .. Cavoli! e mi vorresti dire che spendi i soldi per la raccomandata, le gazzette ufficiali, ti scadenzi tutti i rinvii, studi almeno un’ora al giorno, ti fai venire la uallera con le normative regionali … e manco ci credi? Ma allora sei proprio … non voglio dire cosa….

Mia sorella fa la spiritosa, dall’alto della sua assunzione nel glorioso esercito degli statali. La adoro, le voglio un bene dell’anima… ma quando mi dice cose del tipo “Brava, fai questo concorso… ma vacci così, tanto per farlo… come se andassi a fare una passeggiata!” beh…

Non c’e nulla di peggio di un cinquantenne che si ritrova a fare le stesse cose che faceva a vent’anni.. ma chi lo dice che la certezza uccide? che l’abitudine incartapecorisce? che la tranquillità affoga lo spirito?? qui lo spirito lo uccidono i debiti, l’angoscia di non arrivare alla fine del mese, la paura di venir licenziati per una influenza un po’ più lunga del solito…  Non tutti scelgono il precariato perchè “pietra che ruzzola non fa muschio” … molti non hanno scelta.

E, personalmente, ho tutti gli acciacchi di una cinquantenne …. ma con le incertezze di una ventenne….

Buona Pasquetta, Lumachine!!  1bf90415680a3465c458f291979d18b9.gif