Incomprensioni

 

Se c’è volontà di capirsi – e la volontà vince ogni ostacolo – ci si capisce comunque…non serve a nulla parlare e tentare di comunicare se poi non si è coscienti del fatto che l’altro è una entità diversa da noi, che sente in altri modi e vive una vita diversa dalla nostra.Io credo che spesso ci incagliamo nello scoglio dell’incomprensione perchè facciamo difficoltà a capire che l’altro è qualcosa di diverso rispetto a noi ed a quello che noi pensiamo che sia.Quando si parla di comunicazione disattesa si parla – credo – di aspettative deluse. In fondo, non ci colpisce particolarmente che un estraneo non comprenda il nostro punto di vista, mentre invece ci crea dispiacere che a non capirci sia una persona che stimiamo ed amiamo.Quando occasionalmente mi trovo a discutere con persone a cui voglio bene ma che – per un motivo o per l’altro – non sono d’accordo con me, da una parte mi sento incompresa e continuo a difendere le mie idee pur sapendo che questo può rendermi impopolare… dall’altra cerco di trovare una mediazione tra la mia posizione e la sua, ma il più delle volte non ci riesco. Solo in ultima analisi faccio autocritica.


Una volta, tanti tanti anni fa, un’amica mi rimproverò di non avere (all’epoca) idee precise, di non saper prendere posizione durante una qualsiasi discussione… mi accusò di qualunquismo. Io ci rimasi talmente male che questa malessere mi rimase appiccicato addosso per anni ed anni. Anche ora (e sono passati più di trent’anni) che non frequento più quella persona, che sono maturata e ho fatto esperienze talmente dolorose da convincermi che le opinioni passano come tutto il resto… anche ora non riesco ad esprimere un pensiero senza chiedermi prima se è veramente il mio pensiero oppure se sto cercando di favorire chi ho di fronte, se ho il coraggio di ciò che credo e che penso oppure se temo talmente di pormi in contrapposizione con gli altri che non oso essere esplicita nelle mie affermazioni…

 

Incomprensioniultima modifica: 2014-06-25T00:23:35+00:00da kit-ty
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento