Tagged with " pedofilia"
Lug 11, 2008 - Sociale    1 Comment

Da un sito amico – in collaborazione con METER… Contro la pedofilia

beautiful.gif picture by dar_k_rose

Da sempre contro la Pedofilia

clic

Basta con la pedofilia

“basta la violenza sui bambini”.

 

 

 

SEPARADOR.gif picture by RosachocolateSEPARADOR.gif picture by RosachocolateSEPARADOR.gif picture by Rosachocolate

 

    Petizione on line contro la pedofilia

Organizzata dall’Associazione Meter

Sostieni anche tu la nostra richiesta aderendo con una email alla petizione online

Per aderire: petizione@associazionemeter.org mail protetto dal bots spam ,

 deve abilitare Javascript per vederlo

Per info:

L’obiettivo della petizione e’ quello di ”portare la vergogna dei pedofili

e delle loro infami scelte davanti all’opinione pubblica di tutto il mondo”

             Meter e i bambini di tutto il mondo ti ringraziano già da ora.

 

 

SEPARADOR.gif picture by RosachocolateSEPARADOR.gif picture by RosachocolateSEPARADOR.gif picture by Rosachocolate

 

Per la prima volta, il termine “pedofilia” entrerà in un testo legislativo a “configurare una nuova fattispecie di reato”. La proposta di legge (Pdl) per le “Misure per la prevenzione e la sensibilizzazione alla lotta contro la pedofilia e per il contrasto dei reati di pedofilia culturale connessi agli abusi sessuali sui minori”, presentata IL 26 giugno scorso , nella Sala Stampa della Camera dei deputati, promossa dall’on. Alessandro Pagano e controfirmata da circa 100 deputati di ogni schieramento, prevede, all’art.1, che sia aggiunto “e pedofilia” ad “atti sessuali con minorenni” alla rubrica dell’art. 609-quater del codice penale, ai fini di “promuovere – ha spiegato il deputato, primo firmatario – un’azione preventiva, oltre che repressiva, nei confronti di chi insidia i bambini, contrastando un pericoloso fenomeno emergente, di un tentativo di normalizzare comportamenti di attenzione sessuale e abuso nei confronti dei minori che sono, invece, abominevoli”. Alla conferenza stampa di presentazione è intervenuto, tra gli altri, don Fortunato Di Noto, presidente di “Meter” onlus, che ha elaborato il testo della pdl.

Con l’art. 2 della proposta di legge, per le “Misure per la prevenzione e la sensibilizzazione alla lotta contro la pedofilia e per il contrasto dei reati di pedofilia culturale connessi agli abusi sessuali sui minori”,  si introduce il reato di “pedofilia culturale” quale fattispecie del reato di apologia previsto nell’art. 414-bis del Codice penale. C’è – ha affermato l’on. Alessandro Pagano – “l’emergenza culturale di un pericoloso tentativo di giustificare la pedofilia sul piano filosofico e ideologico, che tende a diffondersi in modo subdolo attraverso Internet e va represso con forza”. Le pene previste sarebbero da tre a cinque anni. Il deputato, che ha promosso la proposta di legge, ha parlato di una “lobby” di “gruppi di pedofili collegati che cercano di far diventare costume ciò che invece è una patologia e un abominio”. Da uno studio dell’associazione Meter, risultano: 552 associazioni di “rivendicazione dei diritti dei pedofili”, di cui 12 italiane; 3 movimenti religiosi per la “teologia del pedofilo”, oltre 500 agenzie di consulenza, anche giuridica, ai pedofili; 5 portali telematici di diffusione; 3 database ondine di studi per l’accettazione della pedofilia; 5 siti di cartoons pedofili; 4 riviste internazionali, 3 radio; 5 libri scaricabili ondine; 2 siti commerciali e perfino un’agenzia stampa.

“In rete, non c’è solo diffusione di materiale pedo-pornografico, ma anche di idee e di una cultura malata, che cerca di far passare per normale il sesso degli adulti con bambini”, ha detto anche l’on. Carolina Lussana, intervenuta alla presentazione della proposta di legge per le “Misure per la prevenzione e la sensibilizzazione alla lotta contro la pedofilia e per il contrasto dei reati di pedofilia culturale connessi agli abusi sessuali sui minori”, anche lei promotrice di un disegno di legge per introdurre la “pedofilia” e la “pedofilia culturale” come fattispecie di reato. “Con questa proposta di legge si rompe un tabù per sradicare i semi di un male, la pedofilia, che in alcuni Paesi, come Olanda, Belgio e Paesi Bassi, è presente in modo massiccio e si diffonde a macchia d’olio attraverso Internet”, ha affermato l’on. Alessandra Mussolini, presidente della Commissione bicamerale per l’Infanzia, che ha annunciato di voler chiedere il patrocinio gratuito per le vittime dei pedofili, che “spesso non hanno neppure la possibilità di pagare un avvocato”. Per l’on. Luca Volonté, “la pedofilia non si estirpa con la legge, ma la legge serve ad impedire che si affermi una cultura malata e deviata, che cerca far considerare come una manifestazione di affetto ciò che è una terribile violazione dei corpi e delle anime dei bambini”.

Per l’on. Paola Binetti, neuropsichiatra infantile, “mette insieme quattro punti chiave”: “previene il rischio che si sedimenti una cultura che giudica positivamente comportamenti distorti e ne promuove la diffusione”; “blocca alla radice la diffusione di una patologia, di adulti incapaci di vivere la propria sessualità, che potrebbe inquinare la vita sociale”; “interviene per prevenire gli effetti inquinanti degli abusi su minori, in quanto i bambini vivono con difficoltà. la propria sessualità da adulti, spesso in modo passivo, ma il più delle volte sviluppando aggressività”; e dunque, la pdl “si colloca nel quadro di una emergenza educativa, per contrastare un cyberbullismo con una radice pedofila grave, che produce pericolose trasformazioni del comune sentire”.

Don di Noto in conferenza stampa ha dichiarato:

Già nell’89, quando cominciammo ad occuparci di bambini vittime di abusi sessuali, si parlava di una ‘lobby’ di ‘pedofilia culturale’, estremamente pericolosa, che usa soprattutto la rete”. “Contrariamente a quanto si crede, Internet non è un mondo virtuale, ma reale. Le idee diventano azioni. Gli ideologi della pedofilia sono pedofili, persone malate che rivolgono le loro attenzioni sessuali ai bambini”, ha aggiunto il sacerdote. “L’introduzione del termine ‘pedofilia’ nel codice penale estirpa alla radice tante teorie malate, che cercano di giustificare questa patologia, spesso in modo subdolo, attraverso, per esempio, false ricostruzioni storiche, sostenendo che fosse praticata normalmente dai romani o dai greci”. La pedofilia è un crimine e “lo è sempre stato”, ha detto don Di Noto. “Nell’antica Roma e in Grecia – ha concluso – chi abusava di un bambino era condannato a morte”.

È ora di dire basta. Di portare la vergogna dei pedofili e delle loro infami scelte davanti all’opinione pubblica di tutto il mondo: è per questo che Meter propone una moratoria internazionale della pedofilia e della sua ideologia. Un no secco e netto a chi compie, propaganda, favorisce o è semplicemente contiguo alla vergogna della violenza sessuale sui bambini. Con la caccia online ai siti di chi propaganda il boyloving, la riscoperta della dignità e dell’amore vero dell’infanzia, la promozione di forme di tutela come adozione e affido per chi non può avere una mamma e un papà. Perché nessun bambino resti solo.

Sostieni anche tu la richiesta aderendo con una email   petizione@associazionemeter.org Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo    alla petizione online su www.associazionemeter.org

COPIA QUESTO POST

E DIVULGALO ANCHE TU,

GRAZIE

Meter e i bambini di tutto il mondo ti ringraziano già da ora. 

 

Se stai offedendo un bambino VERGOGNATI

 

metti sul tuo sito

 

 
 
sello.gif picture by Rosachocolate

dal sito Meter
immagini dal sito Meter e dal sito stop violenza sulle donne
imp.e colleg. Sofia

Copyright © 2008 Rosasinmás~All Rights reserved 

Lug 14, 2007 - Sociale    1 Comment

La vostra attenzione, per cortesia…

 

Il 75% dei siti pedopornografici ha sede in America…

Da:

http://www.troviamoibambini.it/index.php/il-75-dei-siti-pedopornografici-ha-sede-in-america-bambini-scomparsi/ 

BUSH.jpegTutti magari pensavamo che i server di questi siti fossero invece in Uganda, Paesi dell’Est, Paesi del terzo mondo ?

Invece no, sono nella “Civilissima” America, dove chi vuole acquistare foto e filmati, dove gli attori sono bambini che vengono violentati, acquista il tutto con carta di credito.

Non vogliamo essere cruenti, ma i video più richiesti nell’ambito di questo “mercato”, sono quelli che vedono bambini, anche di 18 mesi che hanno rapporti COMPLETI, con adulti, e muoiono per SVISCERAMENTO. Un “Buon sito” frutta in media 90.000 euro al giorno, i filmati più richiesti vengono pagati in media 300 euro… Questo mercato “richiede” bambini sempre più piccoli e filmati sempre più cruenti. Fonte

“Grande Paese quest’ America… ”

George Walker Bush, Presidente degli Stati Uniti d’America, che fà ? Troppo impegnato con il petrolio ?

Non riescono in America a fare controlli incrociati, fra chi compra e chi vende, per combattere questo CANCRO SOCIALE ?

Per quanto riguarda invece il Boy Love Day, lo sapevate che è un sito Tedesco ? E l’Italia è stato l’unico Stato ad opporsi “all’orgoglio” pedofilo ?

Essendo un sito Tedesco, il nostro Ministro degli Esteri, come mai non ha contattato il Governo Tedesco per farlo oscurare ? Non abbiamo rapporti con la Germania ? La Germania non è in Europa ? Perchè non è intervenuta la Commissione Europea ?

L’On. Grillini, ha chiesto molte volte di avere i dati dei processi a danno di minori, NELL’AMBITO PEDOFILIA, dichiara che “Qui è impossibile avere i dati…”

Inoltre dichiara che in un incontro con la Polizia Postale dove la problematica da discutere era appunto la PEDOFILIA, erano SOLO in due, TUTTI GLI ALTRI (631 Deputati), erano assenti NON GIUSTIFICATI.

Aveva chiesto inoltre un accordo tra lo Stato Italia e la Santa Sede, per impedire ad esempio che i Sacerdoti NON ponessero domande sessuali ai bambini. Tenendo conto che avviene un abuso alla settimana sulla piaga “sacerdoti pedofili”, riteniamo sia stata una richiesta più che mai lecita, ma… è stata ritenuta INAMMISSIBILE.

Vorremmo sottolineare che siamo APARTITICI, ma vista la statistica di ritorno 2 a 633, riteniamo di dover dar “man forte” all’On. Grillini, che senz’altro si sentirà solo. Chi volesse scrivergli un e mail di appoggio, clikki qui.

Prendetevi 10 minuti per ascoltare la fonte…

E come sempre, vi preghiamo di diffondere a tappeto la notizia.

Grazie di cuore del Vostro prezioso aiuto.

IL COMITATO TROVIAMO I BAMBINI

Giu 9, 2007 - Senza categoria    2 Comments

INAUDITO!!! SEMPLICEMENTE SCANDALOSO!!!!

UN GRUPPO DI DEPRAVATI (NON SO COME DEFINIRLI ALTRIMENTI) HA ISTITUITO “LA GIORNATA DELL’ORGOGLIO PEDOFILO” E SI APPRESTA A FESTEGGIARLA IL PROSSIMO 23 GIUGNO!!!!!

MA VI RENDETE CONTO??

STIAMO VERAMENTE PASSANDO IL SEGNO…

PER CUI MI ASSOCIO A DIAMANTA

(http://diamanta.myblog.it/)

E ANCH’IO DICO:

NO!
ALLA PERVERSIONE
NO!
AGLI ABUSI SU INNOCENTI
NO!
ALLA VIOLENZA SUI PICCOLI
NO!
AD UN MONDO DI IMMONDIZIE
NO!
ALLE MENTI MALATE E DISTRUTTIVE
NO!
AI PICCOLI ANGELI MALTRATTATI
NO!
ALLE LACRIME DEI BAMBINI
NO, NO, NO!!!!

AL 23 GIUGNO, GIORNATA
DELL'”ORGOGLIO PEDOFILO”!
E’ LA VERGOGNA DI TUTTA L’UMANITA’!!!!!

BASTA CON QUESTI DEMONI
CHE CI TOLGONO L’ARIA
CHE RIDUCONO LE NOSTRE CITTA’
A CELLE DI UNA PRIGIONE
CHE IMPEDISCONO AI NOSTRI
BAMBINI DI GIOCARE TRANQUILLI
E DI CRESCERE COME TUTTI NOI,
IN UNO STATO DI DIRITTO!

NO!! ALLA pedofilia!!